Test per Tumore al Colon

Il carcinoma del colon retto è la seconda causa di morte per tumore nei Paesi industrializzati.tumore_del_colon
In Italia se ne registrano oltre 50 mila casi l’anno. La malattia è più frequente a partire dai 60 anni, raggiunge il picco massimo verso gli 80 anni e colpisce in egual misura uomini e donne.
Il cancro del colon-retto è curabile con successo solo se scoperto in fase precoce ed è prevenibile attraverso la rimozione dei polipi ad alto rischio di degenerazione neoplastica.
Nella maggior parte dei casi però i polipi non danno sintomi. Solo nel 5% dei casi possono dare luogo a piccole perdite di sangue rilevabili con la ricerca del sangue occulto, quindi al momento della diagnosi, circa un terzo dei malati presenta già metastasi a livello del fegato perchè la malattia è già conclamata.
In Italia il programma di screening per il carcinoma del colonretto è rivolto a uomini e donne tra i 50 e i 69 anni e prevede, ogni due anni, la ricerca del sangue occulto nelle feci su tre campioni e l’eventuale colonscopia, nei casi positivi. Oggi esiste un nuovo esame ed è un test genetico eseguito sul DNA estratto dai campioni di feci che ricerca sia il sangue occulto, sia la presenza di mutazioni nel DNA del paziente, entrambe sintomi della presenza di polipi precancerosi o di un cancro già in atto.
Il test Cologuard, testato su 10 mila individui e messo a confronto con la colonscopia e la ricerca del sangue occulto ha dimostrato una sensibilità nel rivelare la presenza di un tumore pari al 92% in totale e al 94% per negli stadi tumorali più precoci, quindi superiore alla ricerca del sangue occulto nelle feci che è in grado di rivelare solo il 72% dei tumori.
La sensibilità del test per i polipi precancerosi a maggior rischio di degenerazione maligna è stata del 69%.
In generale il nuovo test è più efficace del test del sangue occulto nel rivelare la presenza di forme tumorali o pre-tumorali.