Rallentare il Peggioramento della Miopia?… Si può!

Purtroppo la miopia è sempre più diffusa e nei giovani tende spesso ad aumentare.
rallentare-la-miopiaLa sua progressione, è influenzata dallo sviluppo del ragazzo e dall’ambiente moderno che richiede un’intensa attività ravvicinata (PC, smartphone, tablet, libri…). È POSSIBILE BLOCCARE O ALMENO RALLENTARE IL PEGGIORAMENTO???…Oggi le ricerche disponibili e le osservazioni cliniche, indicano nelle lenti a contatto ortocheratologiche un’ottimo sistema per la prevenzione dei peggioramenti della miopia; queste sono particolari lenti che si applicano la sera prima di andare a dormire. Durante il sonno notturno, spostano naturalmente le cellule dell’epitelio corneale lasciando una dolce impronta reversibile sulla parte più superficiale dell’occhio, al mattino vengono tolte consentendo ai miopi di vedere benissimo senza occhiali e lenti a contatto per le successive 36 ore. Svariati studi con follow-up ormai ventennale dimostrano che nei soggetti giovani sottoposti al trattamento si ottiene un rallentamento se non spesso un arresto della progressione miopica intesa come elongazione assiale (misurata con ecografia) in circa il 60% dei casi rispetto a gruppi di controllo che usano occhiali o lenti a contatto tradizionali. È infatti la lunghezza del bulbo oculare il vero parametro di riferimento quando si parla di occhi miopi, ovvero di occhi “più lunghi dello standard” che quindi si ritrovano a mettere a fuoco prima della retina.
Le ricerche ormai sono numerosissime e provenienti da diverse parti del mondo, anche in Cina per esempio dove i miopi rappresentano il 50-70% della popolazione, le lenti ortocheratologiche si sono riconfermate come soluzione per il controllo della progressione miopica nei giovani.
Il trattamento è sicuro e ormai collaudato, e non prevede controindicazioni diverse da quelle previste per lenti a contatto tradizionali, aggiungendo inoltre i vantaggi dell’orthocheratologia: visione diurna nitida senza alcun tipo di lente, quindi praticità anche per soggetti giovani che svolgono attività dinamiche e/o sportive e che quindi non rischiano di perdere lenti o di incorrere in problemi di manutenzione approssimativa.

Dott. Charles DI BENEDETTO