Psicologo, Psicoterapeuta o Psichiatra?

Spesso quando dobbiamo rivolgerci ad un professionista dell’area PSI non  abbiamo le idee chiare sulla differenza che intercorre tra psicologo, psicoterapeuta e psichiatra.
Psicologo-Psicoterapeuta-PsichiatraPer dirigerci nella scelta, verso la persona che fa al caso nostro, possiamo ricordarci che:
La Psicologia è la scienza che studia il comportamento umano e che cerca di comprendere ed interpretare i processi mentali, affettivi e relazionali che lo determinano con lo scopo di promuovere il miglioramento della qualità della vita.
Tra gli oggetti di studio e di approfondimento della psicologia si possono citare la memoria, l’intelligenza, l’apprendimento, la comunicazione, le emozioni, l’affettività, la motivazione, la frustrazione, l’aggressività, il conflitto; ed ancora la personalità, le relazioni, le forme organizzative ed i gruppi.
Lo psicologo è un laureato in psicologia che ha affrontato un anno di tirocinio pratico, al termine del quale, ha sostenuto un esame di stato che gli consente l’ accesso all’ iscrizione nell’ Albo degli Psicologi Italiani cosi come regolamentato dalla legge  n 56 del Febbraio 1989.
Le attività di competenza dello psicologo regolarmente iscritto all’Albo sono l’utilizzo di strumenti conoscitivi e di intervento per la prevenzione, la diagnosi, il sostegno e le attività di abilitazione e riabilitazione in ambito psicologico. Lo psicologo si occupa anche di sperimentazione, ricerca e didattica.
Lo psicoterapeuta è uno psicologo (ha quindi conseguito l’ iscrizione all’ Albo come spiegato sopra) o un medico, (laureato quindi in medicina) con una specifica formazione professionale, seguente alla laurea, di almeno quattro anni, svolta presso una Scuola di Specializzazione riconosciuta dal Ministero dell’ Università e della Ricerca Scientifica, come dichiarato nel Decreto del Presidente della Repubblica nel Marzo1982.
Lo psicoterapeuta deve affrontare quattro anni di tirocinio pratico e la discussione di una tesi finale di specializzazione per poter conseguire l’ abilitazione all’ esercizio della  psicoterapia.
Lo psicoterapeuta, inoltre, deve intraprendere un percorso di psicoterapia individuale obbligatorio così come richiesto dalla ormai maggior parte delle Scuole di Specializzazione riconosciute dal MiUR al fine di completare, attraverso l’ esperienza personale e diretta, la preparazione alla professione. Sono prerogativa dello psicoterapeuta la terapia e la cura di difficoltà o di disturbi psicologici di diversa entità ed intensità. Possono rivolgersi allo psicoterapeuta tutti coloro che incontrano disagi o difficoltà di varia natura durante tutto l’ arco della vita.
La differenza tra un intervento di tipo psicologico e la psicoterapia potrebbe risultare tuttavia ancora poco chiaro poichè lo strumento che viene più comunemente usato da queste figure professionali è il colloquio. Ed è proprio durante il colloquio e l’incontro con l’altro che psicologo e psicoterapeuta possono predisporre le condizioni relazionali facilitanti la riattivazione del processo verso il ben-essere. La differenza sta proprio in questa predisposizione del clima relazionale facilitante: lo psicoterapeuta lo predispone a partire da una preparazione teorica ed esperienziale specifica e dall’esperienza diretta della propria psicoterapia personale in cui ha risolto alcune delle proprie modalità di funzionamento disadattivo, lo psicologo predispone lo stesso clima relazionale a partire da una formazione non specifica in psicoterapia e senza aver intrapreso una terapia su se stesso. Il risultato finale è che lo psicologo lavora ad un livello di profondità diverso da quello dello psicoterapeuta che ha strumenti personali interni qualitativamente diversi .
Infine, Lo psichiatra è un medico che, dopo aver conseguito la laurea in medicina (sei anni) e l’iscrizione all’Ordine dei Medici, ha frequentato una Specializzazione in Psichiatria durante la quale ha appreso, facendone esperienza diretta, tutti i principi necessari all’espletamento della propria professione . Lo psichiatra è uno specialista della prevenzione, della cura e della riabilitazione dei disturbi psicologici attraverso l’ utilizzo di un trattamento di tipo farmacologico.
Psicologo, psicoterapeuta e psichiatra possono collaborare per garantire un trattamento integrato ed efficace ai propri clienti, inoltre, come evidenziato sia dal Codice Deontologico dei Medici che degli Psicologi, ognuna di queste figure è tenuta a indicare ai propri clienti la terapia di elezione e a garantire impegno e competenza professionale, non assumendosi obblighi che non siano in grado di soddisfare ed esclusivamente nel limite delle proprie competenze.

Dott.ssa Giulia FAVILLA