La prevenzione ecografica su tiroide e mammella

La prevenzione è un controllo finalizzato ad escludere preliminarmente alterazioni organiche che possano far supporre la presenza di patologia.
Nel caso specifico, lo screening ecografico (programma di diagnosi precoce) su tiroide e mammella si rende utile per la prevenzione di patologie sia benigne che maligne.
Il carcinoma della mammella è il tumore più frequente nella popolazione femminile rappresentando la seconda causa di morte nelle donne tre i 35 ed i 75 anni. Ogni donna dovrebbe effettuare periodicamente l’autopalpazione, una visita senologica e sottoporsi ad indagini strumentali quali l’ecografia e la mammografia.
Anche nella patologia tiroidea nodulare e non, sia benigna che maligna, la diagnosi precoce è una potente arma utile a contrastare tali patologie. La frequenza di cancro della tiroide è tre volte superiore per le donne rispetto agli uomini. Questo cancro colpisce in età più giovanile rispetto ad altre forme tumorali manifestandosi con maggior frequenza in una fascia di età compresa tra i 20 e i 54 anni.
09-prev_mammellaL’ecografia ha il vantaggio di essere un esame non invasivo, indolore e ripetibile, scevro da emissioni di radiazioni dannose ed in grado di consentire uno screening accurato. Inoltre, grazie alle attuali linee guida ed all’esame elastosonografico, è possibile selezionare le nodularità sia tiroidee che mammarie meritevoli di essere sottoposte a controllo citologico mediante ago aspirato oppure quelle formazioni nodulari che risultano meritevoli di stretto monitoraggio.
Grazie all’insieme di queste metodiche i medici ecografisti sono oggi in grado di suggerire ai loro pazienti il preciso iter diagnostico da percorrere.

Tags:  , ,