La Floriterapia del Dr. Bach

Tutti coloro che si accostano all’omeopatia incontrano questo medico inglese, Edward Bach che all’apice della sua carriera, sia per le sue scoperte in ambito medico, che per notorietà, decide di abbandonare la professione medica per dedicarsi alla ricerca di un metodo di cura che ognuno potesse imparare a utilizzare per autocurarsi.
perseaBach si dedicò quindi all’analisi dello stato psicologico che porta alla malattia, nella convinzione che normalizzando la manifestazione psichica del disagio, si sarebbe risolta anche la sintomatologia fisica.
Ne emerge che i rimedi di Bach intendono curare non solo i sintomi fisici ma gli atteggiamenti disfunzionali che li sottendono, espandendo la riflessione sia del paziente che del terapeuta alle difficoltà esistenziali e agli atteggiamenti negativi, in un’ottica di consapevolezza e cambiamento.
Il sintomo è inteso come il prodotto di un modo sbagliato di “essere al mondo”e quindi di vivere non in sintonia con sé stessi.
E.Bach scriveva :“La malattia non è crudeltà, nè punizione, ma uno strumento di cui l’anima si serve per indicarci i nostri errori e ricondurci verso la verità e la luce”.
Si ricerca il senso della malattia nella vita del soggetto, la “persona” è molto più importante dei sintomi che mostra, essa e la sua storia sono, assolutamente al centro dell’attenzione e della riflessione del terapeuta, la cura deve quindi, aiutare il soggetto a riconoscere e sciogliere le emozioni negative, rabbia-rancore-paura, legate allo stato di disagio, questa azione previene le complicanze che possono scaturire dalla loro mancata elaborazione.
Nel libro “Guarisci te stesso” Bach afferma “ non vi è nulla di accidentale rispetto alla malattia, nè il tipo, nè la zona del corpo (o l’organo) dove si manifesta, … segue la legge causa-effetto. Ad esempio; l’orgoglio, l’arroganza, la rigidità mentale si concretizzerà con malattie che provocano paralisi ed irrigidimenti del corpo, la mancanza di discernimento può essere collegata alla miopia e al deterioramento della vista e dell’udito ecc.
Ogni sintomo è un messaggio che afferma la nostra globalità, fisica, psichica e spirituale.
I Rimedi sono 38 essenze floreali che vengono preparate utilizzando i fiori raccolti allo stato naturale, nelle zone precise indicate dal Dr.Bach. La loro corretta somministrazione richiede una diagnostica psicologica molto accurata poiché agiscono su altrettanti stati mentali negativi, tra cui l’insicurezza, la gelosia, la timidezza, il senso di colpa, aiutando la persona impegnata in un percorso di conoscenza di sé, a comprendere e ricomporre i propri contrasti interiori, riconnettendosi alle qualità dell’anima. Si può dire, semplificando molto, che l’azione delle essenze stimola la qualità positiva di segno opposto, così il Mimulus suscita la qualità del coraggio per superare le paure concrete, l’Impatient richiama i “frettolosi” alla riflessione, Aspen rafforza le persone troppo sensibili, ogni essenza agisce su una gamma precisa di stati d’animo, modificando le risposte emozionali inadeguate.