La Fisioestetica

Cosa si intende per Fisioestetica?insjeme_martini_fisioestetica
È l’anello di congiunzione tra la medicina estetica e la fisioterapia. Essa utilizza trattamenti medicali fisioterapici non invasivi per la cura del corpo, degli inestetismi della cellulite, delle adiposità, dell’invecchiamento cutaneo. Per iniziare il percorso è utile partire da una valutazione medico specialistica dalla quale scaturisce il percorso terapeutico più idoneo per il paziente.
L’itinerario può comprendere anche terapie fisiche, motorie in acqua o a secco, consulenze nutrizionali, dermatologiche, sedute di mesoterapia (effettuate da medici specializzati).
L’efficacia dei percorsi viene garantita dall’utilizzo di apparecchi elettromedicali di ultima generazione. Ecco alcuni dei trattamenti più richiesti:
Cavitazione Medicale: concepita come alternativa, non invasiva, alla liposuzione. È utile nel trattamento delle adiposità localizzate, che disgrega, utilizzando ultrasuoni a frequenza specifica.
Radiofrequenza Medicale: utilizzata per stimolare, rimodellare, rassodare e idratare i tessuti. Aumentando la temperatura endogena dei tessuti, stimola e riallinea le fibre di collagene con immediato effetto tensorio, riattivando i fibroblasti a produrre nuovo collagene, elastina e acido ialuronico. Produce un effetto lifting su viso, collo e decolleté, distendendo rughe e idratando profondamente. Nel corpo favorisce un dimagrimento armonico, soprattutto se associata alla cavitazione, rassodando per esempio i tessuti del corpo e del seno.
Pressoterapia: in alternativa al linfodrenaggio manuale, contribuisce a drenare gli edemi.
Ossigenoterapia: studiata per rigenerare i tessuti cutanei detossificandoli, nutrendoli e rivitalizzandoli, utilizza ossigeno come veicolo di appositi sieri. Si tratta di un trattamento non invasivo, indolore e rilassante.
Carbossiterapia: è finalizzata a ridurre le adiposità localizzate, psoriasi, smagliature, insufficienza venosa, vasculopatie agli arti inferiori e superiori. La metodica consiste in micro infiltrazioni di anidride carbonica medicale (CO2) mediante minuscoli aghi che erogano un’adeguata quantità di gas.
Epilazione permanente: effettuata tramite laser a diodo o luce pulsata.