Il Trauma Acustico: Il Fucile

Il “colpo di fucile” è causa chiara e inequivocabile di un danno uditivo che varia a seconda del numero di colpi sparati, dell’ambiente nel quale si spara, del tipo di fucile, dell’età del soggetto, della presenza o meno di malattie in atto o pregresse dell’orecchio.
InsjemeGeneralmente la soglia del fastidio di una persona normoacusica (con udito normale) presenta questa soglia per suoni con un’ intensità di 110 Decibel (dB). La forza generata da un scoppio, come quello di un fucile, supera anche i 130 dB. Conseguentemente sottoporre le orecchie a tale stress continuativo può causare danni a lungo termine. Se chi spara poi presenta un deficit uditivo anche modesto, di tipo ereditario o di altre genesi, subirà danni più gravi di una persona normoacusica.
L’orecchio umano è composto da varie parti, tra queste le cellule dell’orecchio interno, le quali risultano le più sensibili. Sopratutto ad una frequenza, a 4000 Hz. Da tener presente che una lesione è raramente provocata da un solo colpo di fucile, una lesione viene riscontrata a causa un’azione traumatica ripetuta nel tempo. Il soggetto dopo aver sparato non accuserà sordità, ma più facilmente un fastidioso ronzio che la quasi totalità delle volte ha la tendenza a scomparire. Questo ronzio, chiamato comunemente Acufene, può diventare cronico se questa azione traumatizzante viene ripetuta nel tempo.
Come sopracitato, le alte frequenze, intorno ai 4000 Hz, sono le prime a lesionarsi, portando così il soggetto ad avere un problema alle alte frequenze; quelle che hanno il compito di dare l’intelleggibilità alle parole (praticamente sono le frequenze atte a dar chiarezza, classico caso di: sento ma non capisco. Causato da un calo sulle alte frequenze).
Questo evento sarà più evidente nel destrimane all’orecchio sinistro, controlaterale, in quanto più direttamente esposto al colpo di fucile, mentre nella persona mancina avverrà l’esatto contrario.
Da sottolineare il fatto che molte persone proteggono le proprie orecchie con tappi antirumore standard, ma questi ultimi non proteggono l’orecchio da un tale rumore; consigliabile sono altresì dei tappi antirumore fatti su misura o delle cuffie antirumore.