Il Diritto di Ritornare a Sentire

La sanità italiana eroga un contributo a favore dei cittadini con problemi di udito.audix_17
Cosa fare per ottenere un apparecchio acustico a carico dell’ASL?
Il centro acustico è abilitato con le ASL del territorio di competenza, per poter fornire gli apparecchi acustici gratuitamentea agli aventi diritto, secondo le disposizioni del ministero della salute.
Per beneficiare del contributo previsto a tutte le persone con problemi di udito, i professionisti del centro acustico supportano il cliente nel percorso finalizzato all’ottenimento dell’apparecchio senza alcuna spesa.
L’ipoacusia è la diminuzione della funzione uditiva e si misura in decibel (DB HL).
Chi ha diritto al contributo per la forniturad egli apparecchi acustici:
1 – Gli invalidi civili cui è stata riconosciuta una ridotta capacità lavorativa di almeno un terzo e risulti nel verbale di accertarmento l’ipoacusia tra le cause invalidanti.
2 – Gli invalidi civili non in età lavorativa che per sommatorie delle patologie, compresa l ‘ipoacusia, arrivano ad avere riconosciuta una invalidita’ superiore al 33,3%.
3 – Gli invalidi con una percentuale del 100% che necessitano dell’intervento protesico. in tali casi, non essendo possibile procedere con una richiesta di aggravamento dello stato invalidante, si dovrà richiedere l’inserimento dell’ipoacusia tra le cause di invalidità ai fini dell’accesso alla fornitura.
4 – Gli invalidi del lavoro al quali dispositivi vengono erogati dallINAIL, secondo le modalità stabilite dall’istituto stesso.
5 – I minori indipendenti dal grado di ipoacusia.
6 – Gli invalidi di guerra e di servizio.
7 – I ricoverati in strutture sanitarie accreditate, pubbliche e private.

Fonte: Nomenclatore Tariffario, documento emanato dal ministero della salute nel quale si stabiliscono le modalità di fornitura delle protesi a carico del Servizio Sanitario Nazionale.